Bergamo Festival - Fare la Pace. Dal 3 al 13 maggio 2018.

... See MoreSee Less

4 days ago

... See MoreSee Less

2 weeks ago

Paolo Gentiloni & la Sfida Impopulista:
> Non farsi catturare dalla logica della semplificazione.
> Serietà, affidabilità, onestà e competenza.
> Combattere lincapacità di suscitare emozioni.
Ad intervistarlo @nandopagnoncelli e Paolo MagriGiuliano Zanchi
Roberta Caldara
Sara Vavassori

Paolo Gentiloni & la "Sfida Impopulista":
> Non farsi catturare dalla logica della semplificazione.
> Serietà, affidabilità, onestà e competenza.
> Combattere l'incapacità di suscitare emozioni.
Ad intervistarlo @nandopagnoncelli e Paolo Magri

Giuliano Zanchi
Roberta Caldara
Sara Vavassori
... See MoreSee Less

2 weeks ago

PAOLO GENTILONI è ospite di Bergamo Festival FARE LA PACE per la presentazione del suo ultimo libro edito da Rizzoli che ripercorre la sua stagione di governo - l’arrivo a Palazzo Chigi dopo la sconfitta del referendum, i rapporti con i leader mondiali, la CRISI SOCIALE e quella delle BANCHE, la fine dell’epoca d’oro della GLOBALIZZAZIONE e le TENSIONI in EUROPA, il TERRORISMO e l’emergenza migratoria. Le tappe decisive della sua esperienza da Premier aiutano a spiegare cosa è cambiato nello scenario italiano degli ultimi anni. Intervistano: NANDO PAGNONCELLI, Presidente IPSOS Italia e membro del comitato scientifico di Bergamo Festival e PAOLO MAGRI, Vice Presidente ISPI e membro del comitato scientifico di Bergamo FestivalEVENTO GRATUITO SU PRENOTAZIONE:
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-la-sfida-impopulista-52397517385www.bergamofestival.it
#farelapace2018 #bergamofestival2018
Paolo Magri Nando Pagnoncelli Giuliano Zanchi Roberta Caldara

PAOLO GENTILONI è ospite di Bergamo Festival FARE LA PACE per la presentazione del suo ultimo libro edito da Rizzoli che ripercorre la sua stagione di governo - l’arrivo a Palazzo Chigi dopo la sconfitta del referendum, i rapporti con i leader mondiali, la CRISI SOCIALE e quella delle BANCHE, la fine dell’epoca d’oro della GLOBALIZZAZIONE e le TENSIONI in EUROPA, il TERRORISMO e l’emergenza migratoria. Le tappe decisive della sua esperienza da Premier aiutano a spiegare cosa è cambiato nello scenario italiano degli ultimi anni. Intervistano: NANDO PAGNONCELLI, Presidente IPSOS Italia e membro del comitato scientifico di Bergamo Festival e PAOLO MAGRI, Vice Presidente ISPI e membro del comitato scientifico di Bergamo Festival

EVENTO GRATUITO SU PRENOTAZIONE:
www.eventbrite.it/e/biglietti-la-sfida-impopulista-52397517385

www.bergamofestival.it
#farelapace2018 #bergamofestival2018
Paolo Magri Nando Pagnoncelli Giuliano Zanchi Roberta Caldara
... See MoreSee Less

1 month ago

 

Comment on Facebook

Il suo libro lo dovrebbe vendere alle migliaia di clandestini che voi del PD avete importato in Italia, e costretto i cittadini che vi pagano lo stipendio a subire le vostre follie....

Il titolo giusto era - come abbiamo affondato l'Italia

Leggendo certi commenti ..si nota l'intelligenza e il rispetto delle persone..

Mi chiedo il perché di tanti commenti denigratori e superflui. Se non gradite nessuno vi obbliga a comprare la pubblicazione ne tanto meno a giudicare chi ha piacere di partecipare e farsi un’idea diretta.

Non abbiamo bisogno del libro sappiamo già che disastro ci avete combinato

Signor Gentiloni, doveva essere più determinato. Non si è buoni se si dice sempre sissignori! Bisogna avere il coraggio di difendere i nostri diritti, collaborando, ma difendere anche la nostra dignità, così si governa.

Non è più nessuno cosa viene a fare a Bergamo, apprendere parolacce dopo aver rovinato tutti

Hanno fatto abbastanza danni alla nazione e svenduto la sovranità, mai più!

Chiunque vada o chieda di governare, si trova davanti ad una sfida titanica. A mio avviso visti i tempi, visto che tutti hanno governato e sono accusati di danni a vario titolo.... proporrei una costituente, dove le scelte e le responsabilità condivise per il bene del Paese... non ci sarebbero alibi per nessuno.....

Solo a Bergamo, da Gori, poteva andare.

Si leggono di quei post, oserei dire, sopra le righe ma, si sa, l'intelligenza e l'educazione, non si comprano all'orio center! 😱😂😔

Non abbiamo bisogno di gente che ci svenda ulteriormente ai poteri sovranazionali ,abbiamo bisogno di persone che riprendano di nuovo la nostra sovranità monetaria ed economica, per ritornare ad essere di nuovo una nazione ,considerata alcuni anni fa la quinta Potenza mondiale, e non essere il fanalino di coda ,per scelte politiche che ci tengono costantemente in deflazione per farci indebitate di più per far guadagnare i mercati

Riparti subito !!! Ahhh dimenticavo riparti dalla stazione dei treni e riporta alla boldrauss le risorse che ha dimenticato lì

Perché invece di sostenere le vostre idee, scrivete solo insulti. Non ho votato PD e me ne pento.

Gentiloni va a fare il gentiluomo ricco.come sei nn sei in grado di capire nulla dei bisogni degli italiani chiuso nel tuo castello dorato

Basta che spariscono i vecchi democristiani come lui e Renzi e il gioco è fatto.

Chi crede nell'Europa deve far nascere un risorgimento europeo. I cittadini europei devono sentire nel cuore questa esigenza di unità. La sola convenienza non basta perché la convenienza si può soddisfare anche aderendo al NAFTA o diventando la testa di ponte commerciale della Cina. L"Europa deve essere "il sogno" degli europei, aderendo ad un progetto ben fatto e rispettoso di tutti.

Certo che riuscire a scriverci su anche un libro mi sembra proprio un po' troppo....!!!!

Ma se sono tutti scrittori, perché fanno I politici? Essere scrittori oggi è sempre corollario di qualcos'altro. E domani me l'aspetto da Fazio....😢

Grande Paolo G !

A Milano dicono: e' un bravo ragazzo (lo di co in italiano se no in dialetto milanese qualcuno non capisce), ma non basta per fare politica, e' un due di briscola capitato li per caso). L' hanno fatto salire sul treno dove nessuno voleva salire dopo la sconfitta del referendum

DA DOVE E' USCITO ?? ero convinto fosse con alfanino

Non,mi interessa grazie....mi domando,come , può ,uno distante, anni,dalla maggior. di noi,,come può fare,imiei interesse,mio e di tanti,come me...😂😂😂

A me dispiace da ex sentirmi cosi amareggiato e preso in giro,ma non se ne potevo piu e mai piu li VOTERÒ poi l' art 18 è la massima forma berlusconiana. Ma quale sinistra

Ma se ci hanno riempiti di clandestini fino a scoppiare ... eravamo gli zimbelli d europa ma per favore ....

+ View more comments

Licei Opera SantAlessandro e Media del Collegio Vescovile protagonisti stamattina per la consegna ufficiale delle pubblicazioni di Bauman e Letta per Bergamo Festival.
UBI Banca

Licei Opera Sant'Alessandro e Media del Collegio Vescovile protagonisti stamattina per la consegna ufficiale delle pubblicazioni di Bauman e Letta per Bergamo Festival.
UBI Banca
... See MoreSee Less

2 months ago

 

Comment on Facebook

Super Sara Vavassori👏🏻

E super don Luciano Manenti

Load more

I luoghi del Festival

Cav. Emilio Zanetti, Presidente

Anche quest’anno la Fondazione UBI Banca Popolare di Bergamo sostiene l’iniziativa, tanto meritoria, di Bergamo Festival “Fare la Pace” imperniata sul tema: “Riconciliazione. Riannodare fili nella società dei conflitti”. “Se il sogno di un mondo di pace è condiviso da tanti l’Umanità può divenire sempre più famiglia di tutti…”. E’ un pensiero di Papa Francesco che ben si addice ai temi trattati anche negli anni precedenti e che, a mio avviso, vedono il “sogno” fondato su due aspetti del vivere civile tra loro strettamente connessi: la cultura e la solidarietà.Si tratta di aspetti che riflettono e si basano su percorsi di crescita delle Comunità – locali, nazionali e continentali – che richiedono volontà di “conoscere” problemi di vasta portata e di ipotizzare soluzioni che non possono prescindere, appunto, da una cultura aperta e approfondita e da spirito di solidarietà intelligente e concreto.
Un crescita civile che, proprio in virtù di analisi e prospettive innovative, può portare a migliorare, tutti insieme, la vita delle nostre Comunità, sempre più integrate e rispettose della dignità di ogni persona.

Laura Rodriguez – Direzione Commerciale & Marketing Division

Distribuire un bene significa mettersi in contatto con qualcun altro. Noi lo facciamo considerando centrale il benessere delle migliaia di persone che raggiungiamo quotidianamente.

Sostenere il festival FARE LA PACE è un atto in piena sintonia con la nostra filosofia aziendale.

Emilio Bellingardi, Direttore Generale

La predisposizione al confronto, nella vita di tutti i giorni, è presupposto imprescindibile per intraprendere, nel rispetto reciproco e delle differenze, il cammino comune sulla strada della proficua e necessaria convivenza che conduce alla pace.

Angela Melocchi, HR Generalist

Fare pace in Minifaber vuole dire dare la possibilità alle nostre persone di confrontarsi e di parlare.

Il nostro obiettivo è quello di individuare dei momenti all’interno dell’azienda che siano occasioni di confronto.

Luca Gotti, Responsabile Macro Area Territoriale Bergamo e Lombardia Ovest

UBI Banca sostiene anche questa edizione 2018 di “Bergamo Festival Fare la Pace” nella convinzione che la diffusione della conoscenza e della cultura siano alla base della convivenza civile, dello sviluppo sociale ed economico. UBI Banca si rivolge in particolare alle giovani generazioni, con cui si sente in piena sintonia, poiché capaci di cogliere i cambiamenti, di guardare con fiducia al futuro e di progettare soluzioni innovative, che possano migliorare la vita delle persone.

LoghiHomeFlp2018